The Wedding Tag

the wedding tag - kadosaThe Wedding Tag

Da qualche tempo sta dilagando un nuovo trend, meglio conosciuto come The Wedding Tag. Consiste nel condividere, per iscritto o tramite un video da pubblicare on-line, l’esperienza vissuta durante il proprio Matrimonio, rispondendo ad alcune semplici domande mirate. Sarà così possibile rivedere e curiosare, alla ricerca di spunti e consigli, già sapendo quali saranno le domande a cui gli Sposi hanno risposto.

Nel post di oggi parteciperò quindi a questo giochino… rispondendo io stessa alle domande proposte. Iniziamo!

1. Quanto tempo è passato dalla proposta al Matrimonio?

Dal giorni della proposta ufficiale.. che ormai disperavo non arrivasse più… in poco meno di 7 mesi ci siamo Sposati!

2. Sei stata aiutata dalla famiglia o wedding planner?

Sono una Wedding Planner, quindi diciamo che… mi sono aiutata da sola 😉

3. Matrimonio religioso o civile?

Matrimonio religioso… ci tenevo davvero molto!

4. In grande o pochi intimi?

Direi decisamente in grande

5. Quali erano i colori del Matrimonio?

Il colore principale del Matrimonio era il Fucsia, nonché il mio colore preferito

6. All’aperto o al chiuso?

Al chiuso, abbiamo scelto una location molto spaziosa e con più sale per poterci spostare all’interno del locale a seconda del momento, senza doverci preoccupare del meteo

7. Avete scritto voi le Vostre promesse?

No, abbiamo scelto il rito che più ci emozionava, quello dove potevamo dire il magico Sì, lo voglio!

8. Vi siete visti prima del Matrimonio?

Non vivendo ancora insieme non ci siamo visti, ognuno preso dalla sua emozione e dai preparativi… ci siamo incontrati davanti all’altare!

9. Fotografo o Cameramen?

Fotografo, ma se potessi tornare indietro penso che fare fare anche il video…

10. Quale trasporto?

Tenevo molto a questo dettaglio, così ci siamo fatto imprestare due cinquecento da amici presenti all’evento, una bianca ed una blu scura, e le abbiamo “vestite” come noi: la cinquecento bianca aveva la labbra rosse, le ciglia sui fari, corona e velo svolazzante… e mi ha portata prima in Chiesa, poi al ricevimento. La cinquecento blu aveva il papillon ed un gigantesco cappello a cilindro, ed ha accompagnato mio Marito.

11. Qualcosa di nuovo, di vecchio, di prestato e di blu

Non sono superstiziosa e mi sono rifiutata categoricamente di sottostare a questa usanza. Il nostro amore era ed è fortissimo, senza bisogno di strategie scaramantiche

12. Com’era il vestito?

Magico! Bianco ottico, stretto in vita e legato sul retro da candidi lacci dello stesso colore. Decorazioni di pizzo e perline ornavano il busto. Dalla vita partiva la gonna formata da tante balze di organza che arrivavano, allungandosi, fino a terra, offrendo uno strascico be visibile ma non eccessivo. La gonna era divisa in 2 parti… in modo da permettermi, all’inizio delle danze, di sfilarne la parte sotto.. e restare con una gonnellina più corta e comoda per ballare con gli amici!

13. Descrivi il tuo bouquet

Un romantico mazzolino di rose bianche, rosa e fucsia, con qualche perlina incastonata qua e la per riprendere l’armonia dell’abito.

14. La canzone con cui sei entrata

Al mio ingresso hanno suonato la tipica marca nuziale… che emozione!

15. Deejay o band?

Band. Un gruppo di 4 ragazzi scatenati che hanno suonato musica retrò, rock and roll… di una bravura fuori da comune! Se non ci fossero stati loro.. non avremmo potuto respirare un’aria di festa così forte!

16. Avete ballato? Con quale canzone?

Il nostro primo ballo è stato un trabocchetto 😉 Ci siamo avvicinati alla pista con il sottofondo di Dirty Dancing.. che dopo qualche passo si è mixata con I Love You Baby di  Gloria Gaynor, trasformandosi in un divertente flash mob che ha coinvolto i nostri testimoni e tutte le damigelle. In un fragore di colori la musica è ancora cambiata in Zalele.. invitando tutti a seguirci nel ballo!

17. Descrivi la vostra torta

Una Wedding Cake di 4 piani, interamente di un dolce al gianduia extra buono, ricoperto di cioccolato bianco e decorata di petali di rosa, degli stessi colori delle decorazioni floreali del buffet e del mio bouquet

18. E’ andato tutto come previsto?

Assolutamente Sì

19. Dopo il ricevimento?

Dopo il ricevimento, i balli ed i festeggiamenti.. siamo rientrati nella nostra casetta, dove entravamo per la prima volta… ed abbiamo trovato un casino pazzesco: rotoli di carta igienica agganciati da ogni parte, palloncini pieni d’acqua e tanto tanto altro… abbiamo quindi passato la prima parte della nostra prima Notte di Nozze a farci spazio per raggiungere la camera, rendere agibile il letto.. e successivamente a cercare le 4 mini svegliette delle quali sentivamo il fastidiosissimo ticchettio e che temevamo potessero suonare da un momento all’altro! Ahahaha.. è stato divertente!

20. Descrivi la Luna di miele

Avendo viaggiato molto durante gli anni di fidanzamento, abbiamo preferito goderci un periodo nella nostra nuova casa, posticipando eventuali viaggi ad un prossimo futuro cosa che abbiamo fatto e che continueremo a fare), godendoci appieno l’emozione del momenti, senza bisogno di aggiungerne altre.

21. Il momento peggiore e quello migliore

Il momento peggiore… indubbiamente è stato a metà del servizio fotografico. I miei piedi erano in fiamme e mio papà tardava ad arrivare con il cambio di scarpe.. hihih

Il momento Migliore è stato vedere l’emozione di mio padre all’ingresso della Chiesa… mentre mi guardava con soddisfazione, emozionato quanto me, di percorrere quel piccolo tragitto che avrebbe trasformato la sua bimba… in una Donna sposata. Questo momento, insieme a tutti gli altri della giornata.. sono stati i più belli della mia Vita!

A presto,

firma Rossana

Trackbacks and pingbacks

No trackback or pingback available for this article.

Leave a reply